Morbegno in Cantina 2017, al via il 30 settembre la XXII edizione

“Qualità” e “orientamento al cliente” le parole chiave che guideranno la kermesse enogastronomica più attesa dell’autunno Valtellinese

Partirà il prossimo 30 settembre la XXII edizione di “Morbegno in Cantina”, l’appuntamento autunnale con le eccellenze enologiche e gastronomiche valtellinesi più atteso e conosciuto della Provincia di Sondrio. L’evento si svolgerà in tre weekend consecutivi che animeranno l’antico centro storico cittadino di Morbegno e le sue suggestive cantine.

Quattro gli itinerari previsti in città, tutti curati dalla qualificata presenza dell’Associazione Italiana Sommelier e gestiti attraverso il prezioso e appassionato impegno delle associazioni di volontariato locali.

L’evento si svolgerà come di seguito indicato:

  • Itinerario ORO: 30 settembre-1 ottobre, 7-8, 14-15 ottobre
  • Itinerario ROSSO: 30 settembre-1 ottobre, 6-7-8, 14-15 ottobre
  • Itinerario GIALLO: 30 settembre-1 ottobre, 7-8, 14-15 ottobre
  • Itinerario VERDE: 30 settembre-1 ottobre, 7-8 ottobre

E osservando i seguenti orari di aperura:

  • sabato dalle 14.30 alle 22.30
  • domenica dalle 12.00 alle 19.00.

Solo per il 6 ottobre – il cosiddetto “venerdì dei morbegnesi” – il percorso ROSSO sarà attivo dalle 18 alle 23 al fine di permettere a residenti e avventori locali di godersi la manifestazione con maggiore tranquillità rispetto agli altri fine settimana.

Grazie alla ormai consolidata e collaudata collaborazione con il Consorzio Tutela Vini di Valtellina e l’Associazione Italiana Sommelier, l’evento sarà strutturato seguendo un programma simile a quello delle precedenti edizioni ma orientato ad un approccio di miglioramento continuo.

Due infatti saranno le parole chiave che quest’anno guideranno l’intera organizzazione della manifestazione: qualità e orientamento al cliente.

“Sulla scia della positiva esperienza della scorsa edizione infatti – afferma Giandiego Amira, neo presidente del Consorzio Turistico di Morbegno – abbiamo osservato e analizzato una sempre crescente sensibilità dei nostri ospiti verso la dimensione qualitativa dell’evento, non solo in termini di referenze vinicole, ma anche nei confronti di altri aspetti organizzativi, logistici e soprattutto di servizio”.

In quest’ottica, gli sforzi sono stati quindi rivolti verso due direzioni.

Qualità

Sul piano qualitativo, oltre ad un’attenzione sempre maggiore dedicata alla selezione delle etichette e dei prodotti gastronomici proposti, per la prima volta, l’itinerario GIALLO è stato qualitativamente equiparato a quello ROSSO (storicamente il più richiesto dagli avventori). Da quest’anno pertanto, i vini più prestigiosi – dalle riserve agli sforzati – saranno protagonisti, oltre che dell’itinerario ROSSO e dell’itinerario “Gourmand” ORO anche dell’itinerario GIALLO. Senza dimenticare il conviviale itinerario VERDE tanto caro ai visitatori più giovani. Tale rivisitazione complessiva dell’offerta permetterà inoltre di ottimizzare i flussi di visitatori all’interno del centro storico cittadino.

Orientamento al cliente e prevenzione

Sul piano dell’attenzione al cliente invece diverse sono le novità messe in campo. Prima fra tutte la possibilità di scegliere dei pass ridotti o gratuiti al fine di estendere il più possibile la fruibilità dell’evento anche a famiglie con bambini, ragazzi, accompagnatori, astemi e “driver”.

Nello specifico sono state introdotte le seguenti tipologie di pass:

  • PASS KIDS: dedicato ai più piccoli, dai 5 ai 10 anni compresi accompagnati da un genitore. Sarà gratuito e comprensivo di tasca con bottiglietta d’acqua.
  • PASS TEENAGER: per i ragazzi dai 11 ai 17 anni compresi. Sarà a prezzo ridotto a seconda del percorso scelto dal genitore e comprenderà anch’esso una tasca con bottiglietta d’acqua.
  • PASS DRIVER: uno speciale pass riservato ai maggiorenni accompagnatori, astemi oppure guidatori. Sarà a prezzo ridotto a seconda del percorso scelto e comprenderà come i precedenti una tasca con bottiglietta d’acqua.

Altra importante novità, frutto della collaborazione con la questura e le forze dell’ordine, consiste nella consegna, insieme al pass, di uno speciale vademecum predisposto appositamente per l’evento volto a sensibilizzare gli avventori rispetto al consumo/abuso di alcol, tema di primaria importanza in particolare durante una manifestazione a carattere enogastronomico.

A tal proposito seguirà anche una campagna di sensibilizzazione sui social dal titolo “Quality not Quantity” #qnot.

Sempre in un’ottica di prevenzione e servizio durante la manifestazione saranno predisposti in diversi punti della città delle postazioni dove poter effettuare gratuitamente il test di tasso alcolemico. Inoltre, la rinnovata e apprezzata partnership stipulata con la giovane start-up “UGO” permetterà di prenotare un utilissimo e originale servizio di guidatore sostitutivo ad una tariffa speciale convenzionata (tutti i dettagli del servizio sul sito www.morbegnoincantina.it e www.hellougo.com).

Infine, grazie alla fattiva collaborazione con TreNord, dei treni speciali saranno predisposti per raggiungere Milano a fine manifestazione. Nello specifico saranno disponibili due servizi speciali per la serata di sabato 30 settembre e altri tre per la serata di sabato 7 ottobre.

“Nel corso degli anni – conclude Amira – Morbegno in Cantina, grazie all’impegno di tutti gli attori coinvolti, ha saputo valorizzare in maniera sempre crescente il territorio valtellinese e le sue eccellenze divenendo la principale vetrina dell’enogastronomia provinciale.

Le oltre 18.000 presenze registrate a Morbegno lo scorso anno sono, da un lato la testimonianza concreta della bontà del lavoro che è stato fatto fino ad oggi e, dall’altro, un ulteriore stimolo per migliorarsi sempre facendo tesoro delle esperienze passate.

Tengo quindi particolarmente a ringraziare le associazioni di volontariato locale, che con la loro dedizione ed entusiasmo sono state e sono la vera anima di questo intramontabile appuntamento #diVino”.

Il Presidente

Giandiego Amira

Logo Consorzio Turistico di Morbegno